http://bloogo.oogo.com/wp-content/uploads/2010/04/ibooks_thumb1.jpghttp://bloogo.oogo.com/wp-content/uploads/2010/04/ibooks1.jpg
ArticoliSegnali April, 12th 2010 by oogo

I primi tre giorni di iPad

iPad è stato lanciato da Apple il 3 aprile di quest’anno e già dopo solo tre giorni era possibile definire dei trend di mercato interessanti sulla base dei risultati dell’AppStore americano.

Il 6 aprile 2010 le applicazioni su AppStore disponibili esclusivamente per iPad erano 2385, la maggiorparte delle quali – 833 prodotti, pari al 35% – erano giochi, seguiti nell’ordine da Entertaiment (206) e Education (205) il che ci riporta – com’era presumibile in questa prima fase – direttamente allo stesso panorama di consumo di interessi che possiamo rilevare anche dall’AppStore di iPhone, con la differenza che le applicazioni di Games ed Entertainment in termini quantitativi sembrerebbero interessare proporzionalmente più gli utenti di iPhone che non quelli di iPad. Infatti, il 56% delle applicazioni più scaricate per iPhone sono Games, mentre quelle per iPad sono solo il 32%. La stessa situazione si riflette anche sulla categoria Entertainment con un 8% di applicazioni scaricate su iPad contro il 14% di iPhone.

In compenso, a farsi più spazio tra giochi e divertimenti sull’iPad, rispetto all’iPhone, sono le applicazioni editoriali (6%) e quelle legate alla produttività personale (8%). In particolare è interessate notare che le prime quattro applicazioni a pagamento più scaricate finora su iPad sono proprio legate alla produttività e nello specifico sono la suite iWorks di Apple per iPad (Pages, Numbers e Keynote) e GoodReader della GoodiWare Ltd.

Al di là dei contenuti, tuttavia, a fare la differenza tra iPad e iPhone sembra essere il pricing. In ambedue i casi la gran parte dei download viene operata su applicazioni a pagamento, ma a farla da padrone in questo senso sembra essere l’iPad con l’83% di paid applications scaricate contro il 73% dell’iPhone. Il dato acquista più valore se consideriamo che mediamente un’applicazione compatibile con iPad costa sensibilmente di più rispetto a una compatibile per iPhone (in media 3,61 vs 3,55 dollari) e che applicazioni riguardanti l’educational, la salute, la musica e lo sport, in particolare, costano significativamente di più per l’iPad che non per l’iPhone. Al contrario, un dato che sembra confermare la politica di posizionamento operata da Apple sull’iPad, è il fatto che i libri costano assai di meno sull’iPad che non sull’iPhone (in media 4 vs 6 dollari).


(Fonte dati: Distimo Report, www.distimo.com)

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Pinterest
  • Add to favorites
  • StumbleUpon
  • Delicious
  • Google Reader
  • Email
  • RSS
Socialize
Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /bloogo/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273